Baum und Pferdgarten - l'etichetta danese da tenere d'occhio

Trovandomi a Copenaghen per un mese a maggio, è stata l'occasione perfetta per incontrare i designer dell'emergente marchio danese Baum und Pferdgarten.
Baum und Pferdgarten è stato fondato nel 1999 da Rikke Baumgarten e Helle Hestehave. Con sede nel cuore di Copenaghen, il marchio ha da allora vinto diversi premi, tra cui quello di miglior marchio danese, e le collezioni sono disponibili in molti paesi. Lavorando sui contrasti, le designer offrono una silhouette minimalista - a volte sportiva, sempre femminile - con combinazioni (beatamente) inaspettate di colori e tessuti.
Ho incontrato Rikke e Helle nel loro negozio e showroom a Copenhagen.
- Come vi siete incontrati e come avete deciso di lavorare nella moda?
Entrambi: Ci siamo incontrati alla School of Design (parte della Royal Danish Academy of Fine Arts). Alla fine dei nostri studi, volevamo davvero fare qualcosa insieme. Abbiamo ottenuto una borsa di studio, che ci ha permesso di iniziare la nostra attività. Era il 1999 e abbiamo iniziato con una collezione estiva di circa 12 pezzi. Erano pezzi molto unici, in tutti gli aspetti, declinati in una palette di bianco, blu e rosa, che sono i colori principali per Baum und Pferdgarten.
Per le prime due collezioni, abbiamo fatto praticamente tutto da soli, dal design del modello alla parte di vendita. Abbiamo contattato grandi magazzini, che hanno accettato di distribuire il nostro marchio, e infine abbiamo aperto il nostro negozio nel febbraio 2010.
È davvero motivante essere parte di tutte le decisioni che riguardano la tua etichetta, avere la capacità di influenzare la direzione che prenderà nei prossimi anni. Inoltre, noi siamo i designer creativi e non c'è nessuno sopra di noi. Seguiamo l'intero processo, dal design alla passerella e al negozio.

SS12

- Quali sono le sue fonti d'ispirazione?
Entrambi: Il tessuto, così come le stampe, è fondamentale per noi. La nostra ispirazione viene dalle immagini di design. Traiamo ispirazione dalla vita di tutti i giorni, dai libri ai film, anche alla musica, e naturalmente dal lavoro di altri designer. Abbiamo anche sempre in mente qualche tipo di riferimento sportivo quando creiamo una collezione, che varia di stagione in stagione.
Helle: Sono rimasto affascinato dai disegni di Rikke. Siamo molto diverse in un certo senso. A me piacciono le forme semplici, i look di Jil Sander, mentre l'universo di Rikke è più incentrato su forme più scolpite, disegni colorati e più espressivi. Mi piacciono particolarmente le nuove silhouette dei designer giapponesi, per esempio, e la tecnica che c'è dietro è molto affascinante.
Rikke: Ci teniamo anche aggiornati sullo street style; questo è molto importante perché si può vedere come le persone reali lavorano le tendenze attuali o ne inventano di nuove. Usiamo molto Internet, in particolare i blog come Wit and Delight o RustyBreak.
- Hai detto che il tessuto e le stampe sono importanti nel tuo processo creativo - quali diresti che sono i tuoi tessuti d'autore?
Entrambi: La seta, senza dubbio. È comoda, bella, dà energia alle stampe - abbiamo avuto seta in ogni collezione. All'estremo opposto dello spettro dei tessuti, usiamo molto anche il jersey. Più in generale, amiamo la qualità in termini di tessuti, che si tratti di tessuti naturali o tecnici, come il nylon o il poliestere. Abbiamo usato molto il neoprene per i nostri capispalla, per esempio - è perfetto per questo tipo di scopi! È anche sempre stimolante combinare tessuti naturali, come il cotone o la seta, con questi nuovi. Crea un contrasto interessante.
- Come funziona la vostra collaborazione? Uno di voi lavora di più su alcune parti del processo e l'altro su

AW12

altri, o lavorate insieme in ogni fase del processo creativo?
Rikke: Helle lavora di più sul jersey, o sui tessuti pesanti in generale; io mi concentro di più sui tessuti leggeri e sugli accessori. Ma a parte questo, condividiamo allo stesso modo tutte le idee; riceviamo feedback l'uno dall'altro in ogni fase per garantire che la collezione sia coerente.
Veniamo da due universi diversi e insieme creiamo qualcosa di nuovo.
Helle: Anche se, stranamente, quando andiamo a fare shopping, siamo attratti dalle stesse cose. Possiamo vedere forme e silhouette diverse, ma amiamo le stesse cose!
- Ti capita a volte di collaborare con altri designer, ad esempio per gli accessori?
Helle: Non molto al momento, ma sicuramente lavoriamo regolarmente con designer di stampa, a volte con specialisti del ricamo.
Rikke: Su uno dei blog che seguo regolarmente, ho trovato una designer di stampe che lavora a New York, le ho mandato una mail e ora stiamo usando una delle sue stampe. Questo è il tipo di piccole collaborazioni che facciamo.
- Chi è il suo cliente tipico?
Rikke: Direi che è sulla trentina, e le piace la moda, lo stile - che è in realtà un pubblico abbastanza ampio! Quando disegniamo le nostre collezioni, cerchiamo di pensare in modo più ampio in termini di gusto dei clienti, fascia di prezzo, ecc.
- Le tue collezioni sono ora disponibili in tutto il mondo - come vorresti che si evolvesse il tuo marchio nei prossimi anni?
Entrambi: C'è sicuramente più vendita al dettaglio nel futuro di Baum und Pferdgarten, con più negozi ma anche una maggiore presenza su Internet, attraverso il nostro negozio online. Il nostro marchio è attualmente distribuito nei grandi magazzini di tutto il mondo, ma noi stessi vogliamo aprire più negozi - ci piacerebbe molto avere un negozio a Stoccolma, per esempio. Ci sono anche molte possibilità per un marchio come il nostro in paesi come la Germania o la Francia, o il Regno Unito. Attualmente presentiamo le nostre collezioni alla settimana della moda di Copenhagen, dove abbiamo una sfilata, ma esponiamo anche alle fiere di Parigi e Berlino.
- Qual è il suo miglior ricordo di moda dopo più di 10 anni nel settore?
Helle:  Quello sarebbe stato il nostro primo show, cinque anni fa. Abbiamo iniziato molto lentamente, con modelle quasi nude, ed è diventato sempre più folle durante lo spettacolo. Alla fine era una completa follia!
Rikke: Uno dei ricordi più belli per me è quando abbiamo vinto il Danish Fashion Award per il miglior marchio danese, nel 2009. Ciò che lo ha reso ancora più prezioso è che si basa prima sul voto della gente. Il pubblico seleziona 3 candidati, poi una giuria di professionisti decide chi sarà il vincitore. In realtà ci sono stati molti bei momenti, come quando vedi qualcuno che indossa uno dei tuoi pezzi. Ci si sente incredibilmente bene!
SS12

SS12

 
AW12

AW12

Baum und Pferdgarten - Vognmagergade 2 - 1120 Copenhagen K - Danimarca
http://shop.baumundpferdgarten.com/

Articoli correlati

Risposte

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: