IWC Schaffhausen e Airspeeder annunciano una partnership

IWC Schaffhausen annuncia la partnership con Airspeeder, la prima serie di auto elettriche volanti al mondo. Combinando la passione che entrambe le aziende condividono per il progresso tecnologico, l'impegno umano e la sostenibilità, lavoreranno insieme per essere i pionieri di questa nuova forma di sport motoristico e per accelerare una nuova era di mobilità ad aria pulita.

La serie di corse Airspeeder è l'idea di Matt Pearson, il fondatore. Egli gestisce anche Alauda, il primo produttore al mondo di auto elettriche volanti ad alte prestazioni. Prendendo ispirazione dal ruolo che lo sport ha tradizionalmente giocato nel portare avanti la causa della tecnologia, l'idea visionaria di Pearson è quella di creare un nuovo tipo di motorsport per accelerare la rivoluzione della mobilità aerea avanzata e trasformare il trasporto passeggeri, logistico e persino medico.

La prevista serie di gare globali vedrà alla fine una griglia completa di imbarcazioni eVTOL (electric Vertical Take-Off and Landing), prodotte da Alauda, gestite da squadre individuali e operate da piloti d'élite, competere ad altezze fino a 40m da terra e a velocità massime di 200km/h. Le gare aeree si svolgeranno su piste create elettronicamente e saranno trasmesse in streaming a livello globale, riducendo al minimo l'impatto ambientale della logistica e delle infrastrutture più complesse.

Christoph Grainger-Herr, CEO di IWC, ha dichiarato: "È fantastico partecipare alla realizzazione dell'audace visione di Matt. Il team Airspeeder è un vero pioniere dell'aviazione e sta riunendo due cose che stanno molto a cuore a IWC. Dalla realizzazione di alcuni dei migliori orologi per piloti del pianeta negli ultimi ottant'anni fino al taglio e alla spinta del moderno design automobilistico e delle corse, abbiamo sempre equipaggiato e ispirato coloro che osano sognare. Siamo orgogliosi di collaborare a un'impresa che avrà un impatto così progressivo sulla società".

Dalla sua base tecnica in South Australia, il progetto Airspeeder ha riunito alcune delle menti più brillanti dell'aviazione, delle corse automobilistiche e dell'ingegneria automobilistica ad alte prestazioni provenienti da tutto il mondo. Incaricato di immaginare un futuro migliore, il variegato team di ingegneri, specialisti e piloti è incoraggiato a pensare in modo innovativo per spingere i confini dell'eccellenza tecnica, una filosofia che anche IWC condivide. La nuova partnership riflette questo scopo comune e stabilirà uno scambio di conoscenze per stimolare il progresso tecnologico all'interno dei dipartimenti di ingegneria di entrambe le organizzazioni.

"Più volte IWC ha dato vita a sogni e alimentato l'innovazione. Come noi, vedono oltre l'orizzonte conosciuto verso qualcosa di diverso, più audace e più inventivo. Questo impegno per il progresso è qualcosa che anche noi apprezziamo e siamo lieti che l'intero team di Schaffhausen creda nella nostra visione. Che il risultato sia un orologio dal bellissimo design o una rivoluzionaria macchina volante, tutti noi ci affidiamo all'impegno umano e tecnico per realizzare un cambiamento davvero incisivo attraverso giganteschi salti tecnici. Non vedo l'ora di vedere cosa possiamo realizzare insieme", ha aggiunto il fondatore di Airspeeder Matt Pearson.

Airspeeder ha sviluppato il suo primo prototipo in scala ridotta di eVTOL nel 2017 e da allora ha continuato a perfezionare il design attraverso la modellazione e la simulazione al computer, oltre a numerosi test.

Il veicolo più recente, il Mk3, è la prima auto da corsa volante elettrica completamente funzionale al mondo. Con un'estetica complessiva che ricorda le classiche auto sportive degli anni '50 combinate con i droni da corsa, gli speeder presentano un layout octocopter, bracci del rotore con profilo alare, compositi all'avanguardia in fibra di carbonio e la più recente tecnologia delle batterie EV. I nuovi progressi nella sicurezza sono forniti attraverso una serie di tecnologie ed elementi di ingegneria mai visti prima su un veicolo eVTOL. Queste innovazioni includono sistemi di prevenzione delle collisioni LiDAR e Radar che creano un "campo di forza virtuale" intorno all'imbarcazione per garantire gare ravvicinate ma in definitiva sicure. Progettati per la massima performance e agilità aerea, si muovono nell'aria con precisione e ritmo. Un'intera griglia di questi Mk3 pilotati a distanza è attualmente in costruzione da Airspeeder, in vista degli eventi competitivi senza pilota di quest'anno. Il lancio dell'Mk4 è previsto per il 2022, prima dell'inizio della stagione inaugurale con equipaggio.

Articoli correlati

Risposte

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: